Il dinosauro Antonio

Nel 1994, nella zona della cava attigua al parcheggio del ristorante, sono stati trovati reperti fossili di notevole importanza. Si tratta del rinvenimento del dinosauro medio-grande (circa 4 metri di lunghezza) più completo in Europa dalla
scoperta di Iguanodon e Dollodon nel 1878 a Bernissart (Belgio). E’ anche uno dei più completi dinosauri mai scoperti al mondo.
Affettuosamente gli è stato attribuito il nome di “Antonio” e assieme ad altri sei resti scheletrici trovati nel sito, rappresenta una nuova specie, mai vista precedentemente, che è stata denominata Tethyshadros insularis, nome che significa “dinosauro adrosauroide insulare della Tetide”
L’esemplare, risalente a circa 70 milioni di anni fa, al Periodo Cretaceo, si pone tra la specie più antica e primitiva di Iguanodon e i più evoluti adrosauridi del Nord America e dell’Asia (i “becchi-d’anatra”), ma è distinto da essi. Antonio risulta essere una forma intermedia.

E’ possibile ammirare il fossile assieme agli altri provenienti dal Villaggio del Pescatore al Civico Museo di Storia Naturale di Trieste, via dei Tominz n. 4. Tel. 040 6758658.
Per raggiungere il sito del ritrovamento si imbocca il sentiero che dallo slargo della cava retrostante il Pescaturismo, sulla sinistra, si dirige in salita. Proseguendo il percorso CAI si giunge all’abitato di Duino. (vedi: Dal sito palenteologico al sentiero Rilke).

Maggiori informazioni possono essere trovata sul sito dedicato al Dinosauro Antonio dalla sua scopritrice Tiziana Brazzatti